'Griccia' è un termine usato dagli antichi tessitori della seta del xiv e xv secolo, indicante un fregio a sviluppo in genere verticale, come un tronco che sostiene elementi decorativi come l'ananas, la pigna e il melograno.

martedì 28 dicembre 2010

Verde - ‘Green’

DSCN5979Non mi ricordo più dove ho visto un paio di boot-cuffs, che sarebebro poi dei semplici scaldamuscoli portati al di sopra degli stivali per tenere calda la zona del ginocchio.

I do not know where I have seen a pair of boot-cuffs, that are simple leg warmers worn on top of boots to keep warm the knee area.


Questi li ho lavorati con una lana grossetta ed i ferri numero 6, montando 40 maglie, facendo circa 5 cm di coste 2/2 e proseguendo con questo magnifico punto che non so come si chiami ma è di molto effetto.
Ferri circolari, così non c’è bisogno di cucitura.

DSCN5977
I worked these with a rather thick wool and needles of 6 mm (10 U.S.), casting on 40 stitches, working about 5 cm (2 inches) of 2/2 ribs and continuing with this beautiful stitch whose name I do not know, but is rather sensational.
Circular needles, so there is no seam.


Se qualcuno volesse la spiegazione del punto, non ha che da lasciare un commento e provvederò.

If anyone would like the explanation of the stitch, please live a message and I will write it.



Visto che parliamo di verde, lasciatemi mettere qualche foto che ho fatto nel mio oramai lontano viaggio in California.
Since we are talking of green, allow me to publish a few photographs taken during my, by now very far in time, trip to California.


 DSCN5328DSCN5551  DSCN5442

venerdì 24 dicembre 2010

Vigilia di Natale - ‘Christmas Eve’

DSCN5962

Primo Figlio è arrivato da Los Angeles con la sua compagna, Seconda Figlia da Milano.
Sono tornati a casa, le loro voci si mescolano spensierate, dove sono loro le risate non mancano: quattro figli sono una benedizione.
Ora è davvero Natale.

First Son arrived from Los Angels with his girlfriend, Second Daughter from Milan.
They came home, their voices happily mingle, there is no shortage of laughs where they are: four children are a blessing.
Now it really is Christmas.
 DSCN5960

martedì 21 dicembre 2010

Conto alla rovescia - ‘Countdown’

Copia di DSCN5947

Panico! Così tante cose da fare e così poco tempo. Meno male che la neve mi ha costretta a casa per un paio di giorni, sono riuscita a fare molte cose pre-natalizie e non.

DSCN5938Il mondo dei blog è molto silenzioso in questi giorni, soprattutto quelli di persone creative che sono ovviamente occupate a completare i loro lavori.

Panic! So many things to do and so little time. Luckily the snow obliged me to stay home for a couple of days and I was able to accomplish many things, pre-christmassy and not.


The blog world is very quiet in these days, especially the ones of those creative persons who obviously are busy completing their works.
DSCN5957
La mia operosa Seconda Figlia ha fatto delle decorazioni per l’albero, ispirate dal blog di Tanya. E’ sempre un dono per me dividere dei momenti di creazione con uno dei miei figli, mi dà un senso di calore, di famiglia, di continuità.

My active Second Daughter made some decorations for the Christmas tree  inspired by Tanya ‘s blog. It is always a gift for me to share creativity moments with one of my children, it gives me a feeling of warmth, of family, of continuity.


E per restare in tema del Natale in nero ed oro ho fatto queste ghirlande: una va alla porta d’ingresso, l’altra sopra al camino.

Remaining on the theme of a black and gold Christmas I made these wreaths: one goes on the front door, the other one  on the mantelpiece.

DSCN5955

sabato 18 dicembre 2010

Neve a Firenze - ‘Snow in Florence’

cominica a nevicare!

Ieri è stata una giornata memorabile. Le previsioni del tempo avevano annunciato la neve già da qualche giorno. Ma siccome a Firenze  nevica raramente, e siccome le previsioni del tempo a volte non sono attendibili, o forse pensiamo di saperne di più, pochi ci avevano fatto veramente caso.
Così quando verso le 13 ha cominciato a nevicare pesantemente, in pochi minuti il traffico è andato in tilt.

Yesterday it was a memorable day. The weather forecasts had announced that it would snow. But since in Florence we rarely have snow, and since sometimes the weather forecasts are not reliable, or maybe we think to know more, very few really took any notice.
So when yesterday it started heavily snowing around 1 pm, in a very short time the traffic went haywire.

I viali lungarno in tiltlungarno in tilt

Secondo Figlio è tornato dall’università facendo chilometri e chilometri a piedi, dicendomi di averci senz’altro messo meno che in macchina.
Mio marito. che monta sempre le gomme da neve ad ogni inizio d’inverno, ce l’aveva con quei sconsiderati che hanno continuato a guidare come se niente fosse, causando rallentamenti ed incidenti (ed auspicando l’applicazione di multe salate).
Seconda Figlia è caduta di motorino: niente di serio, solo qualche grosso livido.
Tanti altri so che sono tornati a casa dopo tempi lunghissimi, esausti . Oggi sembra tutto gelato e la giornata si prospetta molto difficile per i trasporti. Meno male che è sabato.

via Ricorbolivia Ricorboli
                      la strada in cui vivo                                                    the street where I live


Second Son came from university walking for kilometers and kilometers, telling me that it certainly was quicker than driving.
My husband, who at every Winter has snow tyres installed on his car, was angry against those inconsiderate people who continued driving without a thought, thus causing slowdowns and accidents (and wishing they were given a consistent fine).
Second Daughter fell from her motorbike: nothing serious, only some bruises.
I know that many others finally arrived home very late, exhausted. Today it looks as if everything is frozen, it will be difficult for transportation. Luckily it is Saturday.


dalla mia finestra DSCN4325  
         dalla mia finestra: ieri ed a luglio                                    from my window: yesterday and last July 

Forse perché non siamo abituati, ma la neve ha sempre qualcosa di magico.
Maybe because we are not used to it, but snow has always something magical in itself.
   lungarno

venerdì 17 dicembre 2010

Natale si avvicina - ‘Christmas is coming’

Mi sono praticamente costretta a cucire qualcosa di festivo.
Sapete cos’è una toran? E’ una specie di tendaggio decorativo usato in India nella parte superiore di una porta o di un passaggio.
image
I practically obliged myself to sew something festive.
Do you know what a toran is? It is a decorative door hanging, a kind of curtain used on the upper part of a door or a passageway.

DSCN5777
Il progetto è partito da un nastro dorato comprato al mercato di Madurai, e da un pareo preso su un banchetto per pochi euro.
L’oro è uno dei colori natalizi, ma l’associazione oro e nero? E perché no, mi sono detta, quest’anno non sono davvero in vena di rosso.

The project started from a golden ribbon purchased at the Madurai’s market and a long skirt found on a stall for few euros.
Gold is one of the christmassy colors, but what about using it with black? And why not, I told myself, this year I am in no mood for red.


Il nastro è stato attaccato nella parte superiore ed in quella inferiore della fila di elefanti. Poi ho preparato sette sezioni da appendere sul lato inferiore della striscia, le ho ricamate molto semplicemente con questi punti dei quali non conosco il nome ma che ho avuto occasione di imparare quando ho fatto il mio imparaticcio.

I attached the ribbon on the upper and lower side of the elephants’ procession. Then I prepared seven sections to be hanged along the lower side of the strip, I embroidered them in a very simple way, with these stitches that I had the occasion to learn when I made my sampler.  


DSCN5787DSCN5799DSCN5807

Ed infine Seconda Figlia ha preparato dei pompom oro e neri.
And finally Second Daughter prepared gold and black pompoms.

Lo abbiamo appeso, sembra fatto apposta per questa porta e forse lo lasceremo anche una volta passato Natale.. Intanto la vena creativa sembra essersi essiccata.
We put it on, it looks so well that we will probably leave it when Christmas is over.. For the time being my creative vein seems to have dried out.



martedì 14 dicembre 2010

Natale? forse - ‘Christmas? maybe’

Nonostante la mia resistenza passiva, Natale è alle porte.
Nonostante la mia mancanza di entusiasmo, Seconda Figlia ha lavorato alacremente alla preparazione di pomanders che danno già da soli un’aria festosa alla casa.
Ed ho anche ricevuto uno specialissimo panettone dalla mia amica Marzia.

DSCN5839
In spite of my passive resistance, Christmas is just round the corner.
In spite of my lack of enthusiasm, Second Daughter has busily been doing pomanders, that give a festive appearance to the flat.
I also received a very special panettone from my friend Marzia.

domenica 12 dicembre 2010

Il lago dei cigni - ‘Swan lake’

Sono andata con Seconda Figlia a vedere questo balletto nella versione coreografata da Matthew Bourne.
Era un po’ di tempo che lo desideravo, da quando cioè ho visto per la prima volta Billy Elliot e la superba entrata in palcoscenico di Adam Cooper nel ruolo del Cigno.

Più di una volta mi è capitato di assistere alla rappresentazione del tradizionale balletto ottocentesco, ma questa versione discussa e controversa in cui i cigni sono uomini mi incuriosiva non poco. Il coreografo ha dichiarato a suo tempo che l’idea di un cigno maschio era assolutamente in accordo con la forza, la bellezza e l’apertura di ali di queste creature che suggeriscono un corpo maschile piuttosto che la delicatezza di uno femminile.

Matthew Bourne porta i suoi ballerini sul palco a torso nudo, vestiti con braghe piumate e col viso dipinto di nero come guerrieri. Niente a che vedere con la visione romantica della delicata ballerina in tutù (solo all’apparenza:  avete mai visto che muscolatura ha una ballerina?).
Il tema parte da quello del classico balletto per il quale Tchaikovsky scrisse la partitura: il mortale che si innamora di una creatura non di questo mondo, così perdutamente da morirne. I ballerini sono bravissimi  e  la coreografia è forte e potente, con allusioni all’omosessualità e al disperato bisogno di amore che c’è in ognuno di noi. Credo che non si possa restare indifferenti a questo spettacolo che provoca in ogni caso delle forti emozioni.

Per chi volesse saperne di più questo è il sito ufficiale del balletto http://www.swanlaketour.com/
e questa è una interessantissima intervista a matthew Bourne http://www.youtube.com/watch?v=UPU4P9CdiEk
 image
Questa foto è stata copiata da Wikipedia           This photo has been copied from Wikipedia


Second Daughter and I went to see this ballet coreographed by Matthew Bourne.
It was some time that I wanted to see it, exactly form the moment that I saw Billy Elliot and the superb entrance on stage made by Adam Cooper as the Swan.


More than once I attended performances of the traditional nineteenth-century ballet, but I was very curious about this talked-about and controversial variation in which the swans are all males. The coreographer declared that the idea of a male swan was absolutely in accordance with the strength, the beauty and the wingspan of these creatures that suggest a male body rather than a much frailer feminine body.


The dancers are bare chested, with feathered breeches and the faces painted in black like warriors. Very far from the romantic vision of a delicate ballerina in her tutu (only in appearance: have you ever seen the musculature that a ballerina has?).
The ballet is based on the classical one for which Tchaikovsky wrote the score: the mortal that falls in love with a creature not belonging to this world, at the point that he will die because of it. The dancers are very good and the coreography is strong and powerful, with innuendos to homosexuality and the desperate need of love that we all have. I think that nobody can be indifferent to this performance that in any case gives strong emotions.


For those who want to know more this is the official website  http://www.swanlaketour.com/ 
and this is a very interesting interview with Matthew Bourne      http://www.youtube.com/watch?v=UPU4P9CdiEk

mercoledì 8 dicembre 2010

Amore - ‘Love’

Stamani camminavo sul presto per le vie di una città ancora addormentata (è un giorno di festa), quando una coppia ha attirato la mia attenzione. Erano un uomo ed una donna tra i 50 e i 60 anni che si sono incontrati proprio davanti ai miei occhi. Si sono salutati con un bacio, uno sfiorar di labbra appena prolungato, non quella veloce beccata che si scambiano le coppie che sono state insieme da molto tempo. Da questo indugiare ho capito che era un amore agli inizi: un altro bacio, e poi un altro ancora, baci casti ma con un non so che di desiderio.
Lei sorrideva beata, con qull’aria da adolescente al primo amore, il viso segnato dal tempo ma gli occhi brillanti. Lui con tenerezza le ha fatto i complimenti per le scarpe nuove. Si sono avviati tenendosi per mano, suggerendo che si appartenevano l’un l’altra.
Li ho guardati, non nascondo, con un po’ di invidia:ci si può innamorare di nuovo nella mezza età?

This morning I was walking through the streets of a still sleeping town (it is a public holiday), when my attention was caught by a couple. A man and a woman well in their fifties met right in front of me. They greeted each other with a kiss, a brushing of lips just a little too long, not the quick peck exchanged between people who have been together for a long time. From this lingering I understood that their love was just beginning: another kiss, then another one, chaste kisses suggesting passion nevertheless.
She was smiling delighted, looking like an adolescent at first love, her face lined by time but with sparkling eyes. He complimented her for her new shoes, with sweet tenderness. They left holding hands, hinting possession of each other.
I can not deny that I looked at them with a degree of envy: can you fall in love again in your middle age?
dreamstimefree_1176821

venerdì 3 dicembre 2010

Baktus anch’io - ‘Baktus, me too’

Leggo sempre e con molto piacere il blog di Seurasaari . Sono quattro giovani signore che si alternano nello scrivere (mi ci è voluto un po’ per capirlo) . Sono madri e mogli, lavorano in casa e fuori, ma hanno l’energia per ritrovarsi e creare. I loro post mi fanno desiderare di essere parte del loro gruppo, sono così carine con me e mi trattano come se fisicamente partecipassi alle riunioni.

I always read, and with much pleasure, Seurasaari ’s blog. It is written by four young ladies (it took me a while to realize that it is not always the same author). They are mothers and wives, they work in and outside their homes, but they have the energy to meet and create. Their posts make me wish that I could be part of their group, they are so kind that they make me feel as if I physically were with them.


DSCN5717
Ci siamo incontrate brevemente circa un mese fa in questa occasione. Alcune di loro indossavano la sciarpa Baktus di cui hanno parlato nel loro post qui.
Il modello lo potete scaricare da Ravelry. E’ in inglese, ma di facile comprensione, Quando sono andata a Milano da Prima Figlia, le ho velocemente sferruzzato questa sciarpa: è di effetto e caldissima.

We briefly met about one month ago on this occasion. Some of them were wearing the Baktus scarf of which they talk in their post here.
The pattern can be downloaded from Ravelry (it is in English). When I went to visit First Daughter in Milan I quickly knitted one for her. It is beautiful and very warm.


DSCN5725

mercoledì 1 dicembre 2010

Milano – ‘Milan’

natale 09 (3)Sono stata a Milano e Bologna, qui per una certa questione, e là per incontrare finalmente Prima Figlia che non vedevo da settembre. Ero molto emozionata per questa riunione e mi ripetevo che era meglio non avere aspettative perché coi nostri caratteri fieri ed indipendenti non si sa mai come va a finire (siamo due cancro con ascendente leone).

I have been to Milan and Bologna, here for a certain business, there to finally meet First Daughter that I had not seen from September. I was very excited for this reunion and I kept telling myself that it was better not to have expectations because with our fierce and independent characters we never know how it will end ( we both are cancer with a leo ascendant).

Invece abbiamo passato insieme un pomeriggio gradevole, parlando e parlando, aprendo l’un l’altra i nostri cuori, confidandoci le nostre recenti gioie, scoperte e delusioni. L’ho trovata cambiata, più posata, più matura. Ho finalmente sentito che non ha più bisogno di me, ora siamo sullo stesso livello. Ho vissuto questa sensazione con Primo Figlio già da qualche tempo: questo distacco per cui l’imperioso bisogno di sorvegliare quello che fanno per proteggerli si trasforma nell’affettuosa curiosità di seguire ‘a distanza’ il loro cammino nella vita.
E’ stato un momento di grande intimità, ma naturalmente non ci siamo fatte mancare una bella passeggiata e un po’ di shopping.

DSCN5738DSCN5742

Il Liberty a Milano: a sinistra Casa Campanini (notare le ragnatele sul balcone) e a destra Casa Mazzocchi

Art Nouveau in Milan: on the left Casa Campanini (look at the spiderweb on the balcony) and on the right Casa Mazzocchi.


On the contrary, we had a very enjoyable afternoon in which we talked and talked, opening our hearts and sharing our recent joys, discoveries, disappointments. I found her changed, mature and fulfilled. I finally felt that she doesn’t need me any more, we are now on the same level. I already lived this feeling with First Son: this kind of detachment in virtue of which the imperious need to supervise what they are doing in order to protect them, changes into a loving curiosity to follow them ‘from afar’ on the path of their life.
It has been a moment of great intimacy, but of course we couldn’t do without a walk and some shopping.


DSCN5745      In Galleria, questa era la splendida vetrina di Luis Vuitton che così ha scelto di ricordare Diwali, la festa indù della luce. Contrastava con altre vetrine di altri ‘nomi’, tecnicamente perfette ma prive di anima.

E’ un peccato, ha detto mia figlia, che poi questi allestimenti vengano buttati via quando non servono più.

In the Galleria this is how Luis Vuitton chose to remember Diwali, the Hindu festival of light. There was a great contrast with the windows of other ‘names’, technically perfect but soulless.


It is a pity, my daughter said, that these settings are thrown away once they have no use anymore.






E questo è il cappello da Alice che Prima Figlia desidererebbe per Natale: nessun volontario?
And this is the Alice’s hat that First Daughter would like to receive for Christmas: any volunteer?


DSCN5749