'Griccia' è un termine usato dagli antichi tessitori della seta del xiv e xv secolo, indicante un fregio a sviluppo in genere verticale, come un tronco che sostiene elementi decorativi come l'ananas, la pigna e il melograno.

giovedì 15 settembre 2011

Ricamo indiano - ‘Indian embroidery’

Come preannunciato, lo scorso fine settimana sono tornata a Pavia alla scuola  Textile Support. Il corso dello scorso luglio sulla manipolazione del tessuto di cui ho parlato in questo post ed anche in quest’altro, mi aveva lasciata piena di un’aspettativa che non è stata delusa.

L’insegnante era la grande  Thessy Schoenholzer Nichols, che già avevo avuto la fortuna di incontrare a giugno alla Fondazione Lisio. Quindi è stato un po’ un ritrovarsi fra amiche, il che ha reso l’atmosfera ancora più gioiosa e rilassata.

As I announced, during last week end I went back to Pavia to the Textile Support school. The course on fabric manipulation that I took last July  that I described in this post and also in this other one, had me full of expectation and I was not disappointed.
The teacher was the great Thessy Schoenholzer Nichols, that I had already met last June at the Fondazione Lisio. Therefore it was a little bit like meeting old friends and this created an atmosphere even more joyful and relaxed.


DSC00535Abbiamo imparato quttro tipi di ricamo: Kantha, Kashmiri, Shisha e Chikan.
Del Kantha ho parlato quando in una piovosa domenica di gennaio trovai al mercato antiquario un inaspettato tesoro. Riguardandolo adesso, ogni punto ha senso e posso apprezzarne maggiormente l’esecuzione.

We learned four kind of embroidery: Kantha, Kashmiri, Shisha and Chikan.
I spoke about Kantha when last January, I found at the antique market an unexpected treasure. Looking at this piece now, every stitch has a meaning and I can better appreciate the execution.


DSC00536Il Kashmiri è stato per me una sorpresa per la sua bellezza ed anche una difficoltà perché non sono mai stata brava col punto erba nemmeno da bambina, e non è migliorato nel crescere. Mentre mi veniva bene il punto stuoia all’interno, del quale ero molto fiera finché Thessy non mi ha richiamata con un: ‘Troppo europeo!’.

Kashmiri was a surprise for its beauty and also a difficulty because I was never good with stem stitch, not as a child and not when I was older. But pretty good was my rush stitch  of which I was rightly proud till Thessy rebuked me with a ‘Too European!’.



DSC00534Il Sisha o Gujarati è forse quello che conosciamo un po’ tutti per via degli specchietti che lo caratterizzano.
Dappertutto si trovano tutorial su come realizzarlo e non mi dilungherò. Questo esempio ricamato da Thessy (sono suoi anche i ricami nelle foto sopra) parla da sé.

Shisha or Gujarati embroidery is what we all know because of the characteristic little mirrors. How to make it is explained in so many tutorials that I will not expand. This example that Thessy embroidered  is self explanatory (she also made those in the pictures above).


chikan
Il ricamo Chikan è nato nel Nord dell’India, tipico della città di Lucknow. Tradizionalmente viene eseguito su un tessuto trasparente tipo mussola, con filo bianco e i punti sono semplici. La bellezza di questo ricamo è unioca. Non vi faccio vedere quello che ho fatto io perché fa pena, ma questo è un esempio che ho trovato online.

Chikan embroidery comes from the North of India, and it is typical of the city of Lucknow. It is traditionally executed on a transparent fabric like muslin, with white thread and the stitches are quite easy. I am not showing you what I have been done, because it is pitiful, but this is an example that I found online.


Mentre noi ricamavamo, Angharad tingeva i fili. Non avevo mai pensato alla possibilità di tingere il mio filo da ricamo: non è incredibile questa donna?

While we were embroidering, Angharad was dyeing the thread. I had never thought about the possibility of dyeing my own embroidery thread: isn’t this woman incredible?

     
DSC00539

18 commenti:

  1. The samples of your embroidery are gorgeous. I love the variegated thread you have used. My favourite must be Kantha stitch. They look like tiny hand stitches. Love the linen too - Hugs Nat

    RispondiElimina
  2. wonderful examples! I do love indian embroidery!

    RispondiElimina
  3. I did not know there were so many different types of embroidery. It sounds like you are enjoying all of your new learning so much, that's wonderful. xo

    RispondiElimina
  4. You get to take the coolest courses ever! And that thread is gorgeous, such rich colours. Will make for stunning stitches.

    RispondiElimina
  5. Piccole ma non tanto opere d'arte che racchiudono pazienza, sapere, tanta umanità, ma tanto tanto di ciò che oggi appare superfluo. Bene così. ciao

    RispondiElimina
  6. What an interesting class! It's so fascinating to think that these types of embroidery that I normally admire without giving much thought to how they're made, take so much skill & time to produce. And that yarn is really beautiful, dying your own sounds like fun!

    RispondiElimina
  7. Wow, it looks like you are learning so much. I didn't realise there were so many different types of Indian embroidery. I particularly love the Kashmiri one. The design in the image has a beautiful flow to it that I find quite soothing. I would love to see the ones that you are working on. :)

    RispondiElimina
  8. come mai non avevi pensato a tingere i fili? c'mon it's half of the fun!! :)

    RispondiElimina
  9. Ahh, it sounds like a great class. I have done a bit of kantha stitching, I love the peaceful rhythm of the stitches.

    RispondiElimina
  10. I love the colours of the embroidery threads! The are so vibrant!

    RispondiElimina
  11. Blandina, if you go to www.deepashone.blogspot.com she does beautiful and posts tutorials on Indian embroidery. She isn't well and you have to go back to her older posts but hopefully she will be better soon.

    RispondiElimina
  12. Bellissimo! sono cose stupende!Sono capitata per caso nel tuo blog e mi piace molto,complimenti!
    ora sono una tua follower,vieni a trovarmi nel mio blog, mi farebbe tantissimo piacere averti come mia follower. A presto
    Emi
    http://lalternativa-emitamb.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. Thank you for showing the embroidery. It's gorgeous. I wish i could go to these classes

    RispondiElimina
  14. This is my first visit to your blog...wow...lots of BEAUTIFUL stitching happening over here! Thank you for all these inspiring posts...I am off to read (and devour thread) some more... :>]]

    Christi

    RispondiElimina
  15. Sapresti dirmi dove poter trovare a milano o in internet gli specchietti indiani da ricamare? non riesco proprio a trovarli. Grazie Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia, non ho proprio idea. La nostra maestra li ritaglia dalle lattine e mi sembra un buon metodo, oltretutto economico!

      Elimina